login newsletter
Menu Primario
Menu Secondario

Programma per le elezioni amministrative comune di Bresso

Qual è stata la motivazione che mi ha spinto a prendere la decisione di partecipare alla vita pubblica di Bresso? E’ iniziato quando ho conosciuto il Partito Italia Nuova. Il PIN è un movimento politico che mette al centro il cittadino come massima espressione della politica. In questo momento così critico e delicato del Paese con una crisi economica ed istituzionale che sembra non volere lasciare tregua, dove i cittadini non hanno più certezze e lo Stato inteso come popolo che vive in un territorio che si da una giurisdizione (ed una moneta) sembra non esserci. Ciò porta ad una inequivocabile conclusione: lo Stato è responsabile di tutto ciò che ci accade. Questo concetto genera confusione dei ruoli all’interno della vita civile con l’inevitabile conseguenza di una crisi. Crisi che se visto nel termine letterale derivante dal greco “crisis” ovvero “scelta” può e deve darci un nuovo punto di vista: cioè che il cambiamento deve partire da noi stessi. Concetto tanto ovvio, quanto complicato a capire perché fino ad oggi ci hanno insegnato che siamo tutti uguali davanti allo Stato (scritto anche nella carta costituzionale), pertanto lo Stato è responsabile di tutto ciò che accade. Bene. Scoperto questo semplice ma motivazionale concetto, come contribuente del Comune di Bresso, ho deciso di dare il mio contributo e la mia esperienza di professionista ed imprenditore che opera sul territorio, portando avanti questo nuovo punto di vista.

PREMESSA

Il programma è stilato con il principio dell’autodeterminazione del cittadino, partendo dal presupposto che il Sindaco deve essere espressione diretta della comunità che deve assumersi la responsabilità non solo di quello che vuole, ma di essere partecipe e responsabile con le sue azioni nella comunità.
E’ la prima volta che mi candido alla partecipazione della vita pubblica del Comune Bresso e pertanto ancora non mi sono chiari i meccanismi che la regolano, ma l’entusiasmo di portare il nostro nuovo punto di vista all’amministrazione comunale mi porta ad assumermi questa responsabilità.
Con questo principio durante la raccolta delle firme per la presentazione della lista Partito Italia Nuova, abbiamo chiesto ai cittadini bressesi oltre alla firma anche suggerimenti, consigli e soprattutto le loro sensazioni della Città dove abitano, al fine di presentare un programma coerente con la volontà della gente.

CIO’ PREMESSO E’ EMERSO QUANTO SEGUE:

1 ) Comune amico del Cittadino.

Istituire uno sportello polifunzionale dove il cittadino ha diritto di trovare un interlocutore gentile, competente ed in grado di accogliere le richieste oltre a dare le prime indicazioni necessarie.
Il Comune deve parlare una sola lingua comprensibile e non deve rimbalzare il cittadino da uno sportello all’altro. Pubblicare sul sito internet del Comune di Bresso con almeno 10 giorni in anticipo l’ordine del giorno del consiglio comunale con un forum dedicato per proposte, consigli, suggerimenti
dei cittadini.

2 ) Amministrazione comunale. (operazione trasparenza).

Far conoscere ai cittadini chi li amministra tramite pubblicazione sul sito internet del Comune di tutti i nominativi degli amministratori pubblici con particolare riferimento al loro profili professionali, redditi, quanto percepiscono per il loro ruolo pubblico, le presenze ai consigli comunali e ai risultati raggiunti.

3 ) Verde pubblico.

Bresso ha avuto la denominazione di “Città del Parco Nord”: il nostro dovere è non solo tutelare e salvaguardare la natura e la bellezza del parco e dei giardini pubblici cittadini, ma cercare di renderla ancora più attraente con investimenti che coinvolgono anche finanziamenti privati tramite spazi pubblici pubblicitari a loro dedicati per la partecipazione del progetto di gestione del verde pubblico.

4 ) Marciapiedi

Programma pluriennale per il completo rifacimento di tutti i marciapiedi con finanziamento a debito lungo termine, dando particolare attenzione alla qualità dei lavori e nel metodo di esecuzione degli stessi al fine di permettere agevolmente successivi interventi di manutenzione nel sottosuolo.
Di conseguenza un’ordinanza sindacale per cui: 1) La cura e pulizia del marciapiede fronte alla proprietà privata od in uso è a carico dei cittadini, alleggerendo così i costi per l’appalto per la pulizia. 2) Inasprire i controlli e le pene amministrative ai proprietari dei cani che lasciano sporchi i
marciapiedi.

5 ) Struttura ex RAM

Valorizzare – tramite ristrutturazione del rustico esistente – creando spazio agli uffici comunali, polizia municipale, associazioni culturali e gli uffici delle Poste Italiane. La ristrutturazione dovrà avvenire rispettando l’ambiente e valorizzando il concetto dell’edificio industriale mantenendo la copertura a volta a ricordo della storia di Bresso nel suo trascorso industriale che ha portato la ex ISO RIVOLTA a essere famosa in tutto il mondo. Il finanziamento per tale opera avverrà parte in conto capitale dalla vendita dell’edificio attualmente adibito agli uffici comunali, e parte a debito con il rimborso
proveniente anche dalla locazione degli spazi a Poste Italiane.

6 ) Anziani e giovani

Circa il 50 % della popolazione di Bresso si trova nell’età pensionabile, e purtroppo questo dato previsionale è in aumento. La motivazione è dovuta in parte all’allungamento della vita biologica, ed in parte alla emigrazione della popolazione più giovane in altri comuni dove trovano prezzi delle abitazioni più bassi e maggiori possibilità d’impiego. Bisogna intervenire incentivando le aziende del territorio ad assumere giovani dai 18 ai 26 anni residenti in Bresso, sgravandole parzialmente dell’IMU o dalla addizionale IRPEF e incentivando le associazioni di volontariato a coordinare e seguire le attività ricreative per anziani e le attività
socialmente utili per le persone in difficoltà.

7 ) Bambini

Gli interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione delle scuole dovranno avere priorità nella previsione di bilancio. Introdurre nelle scuole, con il supporto del personale della polizia locale, corsi
di educazione civica ed educazione stradale.

8 ) Sicurezza

Negli ultimi anni si è verificato un aumento della piccola criminalità. Per contrastare questo fenomeno bisogna coadiuvare gli interventi con il Corpo dei Carabinieri e le Polizie locali dei Comuni di Bresso, Cormano e Cusano Milanino al fine di adottare misure di prevenzione.

9 ) Parcheggi

Promuovere e riavviare gli interventi sul suolo pubblico ai sensi dell’art. 37 bis della Legge 11.2.1994 n. 109 – PUP – in aree congestionate da auto, adottando convenzioni adatte per i soggetti privati dando a loro la possibilità di vendere i box ai valori attuali di mercato e togliendo il vincolo di pertinenzialità.

10 ) Salute

Istituire la “Casa della Salute”. Un luogo dove riunire le attività dell’ASL con poliambulatori e medici del territorio per gli interventi ordinari, monitorando costantemente la salute dei cittadini ed eventualmente indirizzarli in strutture più idonee per le loro cure. La stessa struttura farà riferimento al coordinamento dei servizi sociali e le associazioni di volontariato per gli anziani, quest’ultimi dovranno essere incentivati dall’amministrazione comunale.

11 ) Attività produttive

Stabilire un Piano Commerciale al fine di armonizzare le attività di vendita al dettaglio prevedendo regole e comportamenti per gli esercenti volti anche allo sgravio dei vincoli e burocrazia per chi gestisce un’attività. Il Comune dovrà altresì agevolare le procedure per l’apertura di nuove attività
grazie all’istituzione dello “Sportello Unico delle Attività” a supporto delle attività presenti sul territorio e quelle di nuova apertura.

12 ) Casa

Il Comune per favorire la disponibilità di alloggi a chi ne ha il diritto, dovrà promuovere garanzie bancarie o assicurative sui i pagamenti e sulla cauzione ai proprietari di immobili che fossero interessati alla locazione delle loro abitazioni ai cittadini indicati dal Comune, con valori di locazione
concordati per contratti stipulati ai sensi dell’art. 2, comma 3, della L. 431/98

13 ) Trasporti

Riattivare la linea automobilistica dell’ATM che collega il Comune di Bresso con la Stazione Centrale. Il Comune di Bresso dovrà essere promotore con gli altri Comuni della prima cintura periferica di Milano per allargare le agevolazioni alle persone ultra sessantenni con prezzi calmierati al fine di poter acquistare gli abbonamenti ATM per gli spostamenti da e verso Milano.

CANDIDATI ALLA CARICA DI CONSIGLIERE COMUNALE

SERGIO BAROSI
CLAUDIA AUGUSTA NICOLE CAGNES
MARIO MEZZATESTA
ISABELLA ZANCARLI
ANDREA GIULIO PIO MONTALBANO
LORELLA CARMINATI
PATRIZIA CONTU
MARIAGRAZIA LONGONI
MIRCO VISPONETTI
SABRINA MANOCCHIA
ANDREA PIERLUIGI TERMITE
CRISTINA FRANCONTE
CARLO MARTINUZZI
BARBARA MESSINA
ANTONIO VANOLI
LAURA STACCHIOTTI