login newsletter
Menu Primario
Menu Secondario

Pubblicato da il 30 Ott 2014 in Le Idee | 11 commenti

Il voto degli egoisti, il non-voto degli arresi. Da leggere solo se interessati a un’alternativa.

Il voto degli egoisti, il non-voto degli arresi. Da leggere solo se interessati a un’alternativa.

Il futuro per Renzi è tornare indietro di 100 anni quando i lavoratori in piazza potevano essere malmenati e non esisteva alcun diritto, se non quello di tacere e a testa bassa accettare quello che “passa il convento”. Sullo scacchiere mondiale l’Italia deve diventare un Paese marginale di manodopera a basso costo. Così la Fiat, che per anni è vissuta con i soldi dello Stato (degli Italiani) potrà continuare a produrre nei suoi stabilimenti italiani, essere comunque concorrenziale sul mercato internazionale e portare i profitti aziendali negli Stati Uniti e quelli personali in Svizzera. Renzi può fare tutto questo perché ha i voti di 7 milioni di pensionati che stanno bene (7 milioni su 17) e 4 milioni di dipendenti di alto livello nel settore pubblico e privato. In tutto 11 milioni di cittadini che vanno a votare puntualmente e con le idee chiare per tutelare i loro privilegi, infischiandosene del bene della Comunità. E gli altri 49 milioni di cittadini? La filiera produttiva degli artigiani, del settore agricolo,...

Altro

Pubblicato da il 7 Set 2014 in Le Idee | 5 commenti

Il doppio gioco di Renzi

Il doppio gioco di Renzi

Quasi un secolo di industria che ha dato lustro all’Italia portandola alla dignità di Paese tra i più avanzati al mondo, resterà solo un ricordo lontano, sbiadito nel sottofondo del disinteresse collettivo o, piuttosto, della convenienza personale che può valere dagli 80 euro in su, a seconda del grado della scala sociale in cui molti colleghi cittadini italiani si trovano. Qualunque sia la cifra per cui questi siano disposti a giustificare certe azioni del Governo in materia economica, a poco potrà servirgli in un Paese che si appresta ad essere sempre più povero e aspro. Renzi – che è davvero una faccia di bronzo – da una parte fa finta di snobbare il vertice di Cernobbio con i banchieri dicendo che lui sta con chi lavora, mentre dall’altra mette sul piatto della finanza globale l’industria italiana. Il forum Ambrosetti infatti è solo una vetrina per personaggi in cerca di TV e fotografi, un po’ di ribalta e nulla più. Gli affari, quelli veri, non si fanno certo a bordo...

Altro

Pubblicato da il 31 Ago 2014 in Le Idee | 1 commento

L’intervista del professor Alvin Rabushka

L’intervista del professor Alvin Rabushka

L’intervista del professor Alvin Rabushka pubblicata nell’ultima edizione di Panorama. Dopo l’adesione di Matteo Salvini, e ora anche quella di Berlusconi, il Pin dimostra di essere riuscito nell’intento di stimolare un dibattito serio all‘interno del Paese sul tema della Flat Tax e della sua diretta applicabilità in Italia, raccogliendo aperture di credito nei confronti delle altre forze politiche. Peccato che nell’intervista in oggetto, nonostante il professore abbia citato il Pin e il nostro recente convegno in Italia, il giornalista non abbia riportato questo “dettaglio”. Poco male. Quello che conta è che siamo riusciti a porre l’accento su un’ ipotesi considerata tabù fino a qualche mese fa e che solo il Partito Dell’apparato continua a considerare come...

Altro

Pubblicato da il 26 Ago 2014 in Le Idee | 6 commenti

Se non ti piace. Ecco cosa fare.

Se non ti piace. Ecco cosa fare.

Lo Stato dovrebbe usare il proprio potere con l’intento di migliorare le condizioni culturali, sociali ed economiche dei cittadini, promuovere il pacifico confronto e la collaborazione con le altre nazioni per raggiungere i medesimi scopi su scala planetaria. Le banche rappresentano solo strumenti subordinati allo Stato, che possono essere utilizzati per il raggiungimento di tali scopi. La progressiva distruzione del Pensiero individuale relegato esclusivamente a mera protesta, priva di efficacia nei processi decisionali delle istituzioni, ha agevolato il trasferimento del Potere, in capo allo Stato, ad istituzioni bancarie private come la BCE, che oggi detta alle Nazioni le condizioni per le riforme funzionali ai propri interessi e quelli dei propri azionisti. Il bene dei Cittadini e la loro evoluzione dunque non rappresenta più il fine dell’esercizio del Potere, ma questo viene utilizzato per il raggiungimento di obiettivi riservati al solo “mercato”, il quale non rappresenta di per sé un elemento negativo, ma lo diventa quando il suo potere si innalza al di sopra dello Stato stesso e, in certi...

Altro

Pubblicato da il 11 Ago 2014 in Le Idee | 16 commenti

Chi bolle in pentola?

Chi bolle in pentola?

Non c’è nessuna democrazia, non c’è nessuna civiltà, nessuna società delle nazioni, nessun autentico rispetto per l’essere umano. Quella che viviamo è l’ennesima pagina di Medioevo e per favore smettiamola di far finta di credere che bastino i telefonini, internet e i viaggi low cost per assicurarci un livello di sopravvivenza accettabile. Non è così e ce lo dicono chiaramente tutti i sintomi delle decine di patologie psicosomatiche e non solo di cui soffre la maggioranza dell’Umanità “civilizzata”. Cosa sono queste manifestazioni se non un modo che l’inconscio ha di esprimere il suo malessere? Possiamo continuare ad accettare, ad ingoiare, a non sentire, a non vedere, ad alzare il volume di quel poco dialogo di cui siamo ancora capaci ma non cambia nulla. I nodi vengono al pettine e l’Umanità è ad una resa dei conti. In questi giorni ci è stata concessa l’estate e con essa un nuovo virus per tenere a livello ottimale la paura che genera sottomissione anche al peggiore dei soprusi. Per le strade, nei...

Altro
Pagina 3 di 27« Prima...2345...Ultima »