login newsletter
Menu Primario
Menu Secondario

Pubblicato da il 21 Mag 2014 in senza categoria | 52 commenti

Elezioni Europee e Amministrative 2014 – IL VOTO – Dichiarazione del Presidente Armando Siri

10155081_637041063017108_5133784794417306072_n

Carissimi,

come sapete il prossimo 25 maggio si terranno, nella sola giornata di domenica, le elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo e di numerosi Consigli Comunali.

Il Pin sarà presente esclusivamente nella tornata Amministrativa, con i suoi candidati Sindaco nelle città di Terni e Cusano Milanino (MI) e con propri candidati indipendenti in Liste Civiche a Gubbio (PG), Caltanissetta, Botticino (BS), Borgo San Giacomo (BS), Muscoline (BS) e altri piccoli comuni d’Italia.

A loro va il mio ringraziamento personale e quello di tutta la Comunità Pin per il Coraggio che stanno dimostrando nel portare la nostra visione Politica nel concreto del loro territorio.

Il simbolo del Pin non sarà invece presente sulla scheda per il rinnovo del Parlamento Europeo. Come sapete, la procedura di ammissione a questa competizione elettorale richiede la presentazione di 150 mila firme autenticate e una serie di adempimenti molto costosi, sia in termini economici, sia in termini organizzativi. Dobbiamo rafforzare la nostra presenza sul territorio e mantenerci fedeli al proposito di crescere dal basso, consolidando il consenso dapprima a livello locale, se vogliamo che le nostre radici siano solide e possano sostenerci in futuro. Quindi non dobbiamo disperdere energie in imprese al momento eccessive.

In moltissimi di voi ci hanno scritto per chiedere un’indicazione di voto alternativa, per non disperdere il diritto di esprimersi sull’attuale Unione Europea. Per questo, dopo avervi consultati, abbiamo avviato una serie di confronti con tutte le forze politiche che si presentano alle prossime elezioni europee. Minimo comun denominatore di questa iniziativa è stato l’uscita dall’euro, senza equivoci e senza ulteriori indugi. L’unica organizzazione politica che ha corrisposto e corrisponde a questo intento è la Lega Nord. Personalmente ho incontrato Matteo Salvini, il quale non solo condivide pienamente con il Pin l’uscita dall’Eurozona, ma guarda anche con interesse molti altri nostri spunti politici, uno fra tutti la riforma fiscale in senso proporzionale con aliquota unica al 15%.

Come già sapete, una dialettica democratica costruttiva si fonda sulla ricerca di ciò che unisce e non su ciò che divide e nell’occasione di queste elezioni abbiamo trovato con la Lega Nord l’elemento determinante di ciò che ci unisce nella costruzione di un’Europa alternativa, non più fondata sulla finanza speculativa, ma sulla legittima aspirazione dei popoli di autodeterminarsi secondo le proprie specifiche caratteristiche. Per questi motivi l’indicazione di voto che il Pin suggerisce per le prossime elezioni Europee del 25 maggio 2014 è per la Lega Nord – Basta Euro.

Ci dispiace che i colleghi del M5S abbiano cambiato idea sulla questione Euro, ma dobbiamo constatare che un generico referendum senza alcun valore costituzionale non rappresenti più quella chiarezza di intenti che invece era dichiarata un tempo dallo stesso Grillo.

Resta inteso che il Pin è e rimane una forza politica indipendente, che prosegue nel suo lavoro di divulgazione di un nuovo punto di vista sull’Uomo e sulla Politica. Un lavoro svolto nel pieno spirito democratico del confronto sui programmi e sulla comunione di intenti, in particolare sulle questioni più urgenti che il nostro Paese deve affrontare, tra cui: il ritorno alla propria moneta, una propria politica economica industriale, lo sviluppo e investimento nella ricerca e innovazione, un nuovo rapporto fiscale con i cittadini e un rinnovato modello scolastico che sappia premiare talenti ed eccellenze a qualunque livello. Abbiamo soprattutto necessità che i giovani che studiano o decidono di imparare una professione, possano restare in Italia per contribuire alla crescita di Consapevolezza e al progresso della nostra Società. Questo non escluderà la collaborazione con gli altri Paesi, anzi, sarà da stimolo per un confronto alla pari che porterà maggiore utilità a tutta la comunità mondiale.  Il lavoro continua con sempre maggiore determinazione e con l’obiettivo di arrivare preparati là dove nessun partito è mai giunto prima: nel Cuore dell’Individuo.

Un abbraccio a tutti voi che manifestate il Pin con il vostro entusiasmo!

Armando Siri.

52 Commenti

  1. Ho trovato un video interessante che testimonia la coerenza della Lega per quanto riguarda la questione Euro. Si tratta di un’intervista a Umberto Bossi su Radio Padania Libera molto prima che avesse l’ictus e questo ci dà un’indicazione cronologica abbastanza importante. Buona visione. http://youtu.be/pOu2vwPjgpk

  2. per due volte ho commentato” l idea “armando senza offese o volgarità ma semplicemente esprimendo la mia idea che ho su questa dichiarazione e per due volt non ho trovato il mio commento… grazie comunque avevo già inteso!qualcuno ha solo ribadito! un abbraccio di cuore

  3. caro armando ammettendo ciò dimostri appunto l ambivalenza che ogn uno di noi ha! a dio s

  4. ma! come prima cosa mi vien da dire “ciao” pin poi voglio aggiungere caro armando questa tua posizione mi sembra un altra deformazione del personalismo partitico già ben presente e radicato nella nostra cultura (nulla di innovativo)mi ricordo che una volta ti ho chiesto direttamente se avevi avuto un incontro con grillo e tu eri al quanto stizzito(della sua scarsa considerazione) forse è per questo? il motivo profondo della” tua”indicazione incommentabile! …… un abbraccio a cuore aperto!

  5. Condivido tutte le idee del PIN e apprezzo la sua

  6. La lega non mi era mai piaciuta, ma penso che l’uscita dall’euro sia fondamentale e che ci si debba alleare con
    chi ha qualcosa in comune con noi. Ho visto un filmato in cui Grillo dichiarava chiaramente che non intende uscire dall’Euro, dopo aver illuso le persone che fosse anche un suo obiettivo. Inoltre sono d’accordo anche con la Lega per mettere un freno all’invasione degli immigrati: non possiamo mantenere loro e far morire di inedia i nostri concittadini che hanno lavorato e pagato le tasse. Pare che in Italia gli immigrati abbiano più diritti degli italiani e questo non lo trovo assolutamente giusto.
    Stavo già pensando di votare per la lega e l’indicazione di Armando mi ha convinto del tutto.

  7. Non capisco davvero cosa c’entri la lega nord, e perchè dare indicazioni su chi votare alle europee, ancora più così errate e prive di fondamento. la lega nord non ha combinato niente e non conbinerà mai niente perchè li dentro c’è di tutto di più come in tutti i partiti! basta euro è solo uno slogan ma poi, come hanno sempre fatto, quando sarà ora di votare e farsi sentire davvero cambieranno idea! ricordo che solo il M5S in questo anno ha presentato decreti legge ed è stato sempre coerente nelle votazioni! solo avere una idea comune per finta ma poi non fare niente a cosa serve? l’idea del referendum è molto buona invece, come è stato quello sulla privatizzazione dell’acqua e del nucleare…così si va avanti in democrazia, altrimenti in base a cosa si uscirebbe dall’euro? grazie a veneggiamenti propagandistici di fedeli scudieri di condannato Berlusconi?

    • ecco un dormiente che va avanti a suon di pregiudizi

      • Appena una persona esprime un’idea diversa dalla tua lo consideri un dormiente? Ma soprattutto, tu sei sveglio? Personalmente condivido la filosofia del PIN e alla prima occasione lo voterò di sicuro. Però votare lega nord mi sembra un consiglio forzato. Capisco la condivisione di alcuni punti, ma da qui a votarli ce ne passa. Anche Fratelli d’Italia sostiene l’uscita dall’euro e anzi, lo scioglimento dell’eurozona. Quindi è stata data anche un’informazione incompleta a mio modo di vedere. E la Meloni sa il fatto suo, è in gamba. La lega dopotutto rappresenta sempre il partito che voleva dividere l’Italia, intriso di pregiudizi e xenofobia. Questa è storia, e la storia della lega è impregnata anche di questo. Non li voterò. Preferisco il movimento cinque stelle, che con tutti i suoi difetti rimane, almeno per me, l’unica alternativa. Sono diversi dagli altri partiti: per nascita, sviluppo e modus operandi.

        Un Dormiente

        • Caro Dormiente prima di riprendere il sonno chiediti come mai dopo gli insulti anche molto pesanti a destra e manca, il vilipendio volgare al presidente della repubblica, l’istigazione a violare le leggi ecc. nessun pubblico ministero è intervenuto penalmente contro Grillo nè alcun politicante di sinistra (che di norma è un indignato in servizio permanente quando qualche leghista o berlusconiano usa qualche metafora colorita) ha avuto poco o niente da dire nè la CGIL è scesa in piazza a stracciarsi le vesti per difendere le Istituzioni. Se ti sembra molto improbabile o impossibile che Grillo (magari a sua insaputa) faccia comodo al sistema dei poteri forti che sono già pronti a regalarci un altro governo tecnico che aggiusterà i suoi conti a nostro danno, bè … sei fuori strada e poichè sono certo della tua buona fede affettuosamente ti auguro un risveglio il meno traumatico possibile

  8. Era inevitabile che l’indicazione di Armando mettesse un po’ di scompiglio tra i simpatizzanti del PIN. Confesso di essere stata in prima istanza un po’ colpita, ma riflettendoci trovo che ancora una volta Armando abbia detto la cosa giusta. Certo, finché si fa della teoria è difficile sbagliare, ma quando occorre trasformarla in azione il discorso cambia. In questo quadro , dove il PIn ancora non è un’opzione e i dubbi sono tanti, concordo che il rischio sia quello di decidere con l’organo sbagliato… Ad esempio con la pancia. Ma io non voglio più farlo, e se la mia testa da sola non ci arriva e il mio cuore mi porta a fidarmi di Armando, della sua preparazione e delle capacità che finora ci ha dimostrato, allora il discorso cambia. Sono europee, ed è vero che Salvini sta dimostrando chiarezza e coerenza. Forse ci rifletterò ancora un po’ per fugare gli ultimi dubbi, ma anche questa “analisi” è una bella occasione.
    Comunque grazie.

    • complimenti Alessandra, hai imboccato la strada giusta per compiere le scelte quando la mente è confusa o le informazioni mancano. La via del cuore è la soluzione, poi con il tempo e la ricerca le corrette informazioni arriveranno ed anche la mente si allineerà al cuore. Sono certo che la tua intuizione sarà di estrema utilità per molti che ancora non hanno le idee ben chiare

  9. Grazie Armando per le informazioni ricevute e l’interessante video. Concordo, voterò Lega.

  10. I 5 stelle come il pin è portatore di un’idea nuova di intendere la politica,nuova rispetto alla gestione partitica degli ultimi decenni nel nostro paese…..avrei preferito che fosse prevalsa la visione di questa comunanza su quella della contrarietà all’euro.

  11. Gent. sig. Siri.Le premetto che non parteciperò al voto delle elezioni europee e che non voglio prendere le parti di chicchessia ma la sua sconcertante indicazione di voto per la lega mi lascia davvero allibito soprattutto per la grettezza e il malcelato razzismo che la caratterizza.Mi sorprende il suo attacco velenoso a Grillo e i suoi ma forse sbaglio a sorprendermi proprio perchè il M5Sattinge consensi in quella fascia di elettorato potenzialmente vicina al PIN.Cose viste e riviste in decine di anni di pastoie politichesi.Il bene comune sig:Siri e non le poltrone….si ricordi il bene comune!!!

    • Caro Andrea, mi sembra di capire che dal tuo punto di vista “il bene comune” sia il non andare a votare…. Interessante punto di vista. Dal mio punto di vista,(ed anche da quello di Armando Siri, da quanto leggo) il bene comune è rappresentato dall’uscita dall’euro e dai trattati capestro che stanno uccidendo la nostra economia ed il nostro Paese. Perciò perseguo il bene comune andando a votare, ed esprimendo il mio voto nei confronti di chi IN QUESTO MOMENTO ed IN QUESTA SPECIFICA MATERIA, rappresenta con chiarezza il mio intento.E dopo essermi ascoltata ore e ore di interviste dibattiti, l’unico partito che ha espresso chiaramente la mia idea è stato la Lega. Perciò esprimerò il mio voto in tal senso. Nessun matrimonio e nessuna alleanza. Solo una scelta per ciò che ritengo essere, IN QUESTO CASO, il Bene Comune.Un caro saluto! 🙂

  12. Non ha nessun senso votare per qualsiasi partito nazionale,bisogna assolutamente astenersi non si può andare a discutere con gente della Commissione Europea non eletta democraticamente dai cittadini per il solo motivo che il parlamento europeo non è legittimato a decidere decde sempre la commississione anche se vinconoi no euro o basta euro non è questo la cosa più importante, bisogna invece agire per via GIURIDICA dopo che la cassazione ha ritenuto la legge elettorale nostra anticostituzionale e tutti i trattati europei sono illegittimi capito……

    • No.

  13. non ci posso credere!!! Dopo tutte le pantomime sul “chi siamo” e “cosa vogliamo fare”, su “la forza del cambiamento” ed “il senso di responsabilità” e tutte le altre “consapevolezze PIN”, siamo ancora qui a passare il testimone alla LEGA NORD, solo perchè vuole uscire dall’EURO? … Gliela dico alla Totò, caro Presidente: “…ma mi facci il piacere!!!!”

    • Cara Marina, quanta ragione hai….non comprendo proprio l’allontanamento dal MvM 5s che in questo momento, Grillo a parte è l’unica Onda in grado di spazzare via con naturalezza il lerciume e il marcio che trovano sul cammino… verso l’evoluzione delle coscienze.
      La Lega è per dirla in senso eufemistico cosa già vista e digerita, anzi rimasta indigesta. Non ci si allea né con chi spara alle spalle non con chi salta in groppa al vincente, neppure con chi ha già dimostrato di fare entrambe le cose….Caro Armando sappiamo che sei mosso da sani principi…ti abbiamo conosciuto, ma questa volta hai “toppato” e te ne ricrederai. Mi fa specie che Salvatore Brizzi, che conosco da tempo e stimo possa accettare la condivisione di una simile scelta.
      Ricordati, iMvM non è più del “Grillo Parlante” e agisce con I DiBattista, le Ruocco, le Taverna, i Di Maio, etc…che non entrano “a gamba tesa”, ma che da Grillo hanno appreso fermezza, decisione.
      Ripensaci, il Tuo voto al MvM oggi sarà decisivo.

    • quando uscirai dal sonno profondo non sarà mai troppo tardi

  14. Chissà perché la mente umana tende a generalizzare, specialmente in negativo. Se c’è stato qualche esponente della Lega Nord che ha commesso reati o si è dimostrato scorretto in qualche modo non diciamo che quella specifica persona ha rubato, ma generalizziamo tacciando l’intero partito dello stesso reato. In secondo luogo, tutto evolve, anche i partiti. E’ impensabile che qualsiasi organismo vivente che spera di sopravvivere non cambi mai; allo stesso modo i partiti di 20 anni fa non saranno certamente quelli di oggi: mutano conformemente al mutamento della società e delle sue esigenze, si rinnovano anche tesserati, candidati e rappresentanti politici e gli individui, ovviamente, non sono tutti uguali. Inoltre quella con la Lega Nord, se mai avverrà, sarebbe un’alleanza, non un matrimonio. Le alleanze sono strategie politiche antiche come il mondo, funzionali al raggiungimento di un preciso obiettivo che è puramente numerico, fermo restando che lo scopo supremo è il bene comune, non raggiungibile senza un sufficiente numero di voti. E’ scontato che sarebbe stato auspicabile allearsi con partiti con la “fedina penale pulita”, ma tutti vogliono correre da soli! Un po’ come il M5S… e allora di cosa stiamo parlando? Il timore che il PIN possa venire inquinato da un’alleanza con uno dei soliti vecchi partiti è un timore che nasce dentro colui che nutre questa paura. Allora faremmo bene a guardarci dentro e a scoprire da dove origina prima che si trasformi in una minaccia tangibile, che alla fine dei conti riguarderà non solo noi stessi, ma la comunità tutta per la quale abbiamo sempre la nostra piccola fetta di responsabilità. Per concludere, invito ad approfondire l’argomento sulle modalità di uscita dall’Euro e sulle eventuali conseguenze nell’ultimo libro di Armando Siri “€uroKrazia” (disponibile a breve).

  15. Ottimo, sottoscrivo tutto, la Lega è l’unico partito votabile alle europee per chi voglia DAVVERO farla finita con l’€uro.

  16. Sono assolutamente concorde col Presidente. Voterò Lega. Carlo

  17. Come iscritto del PIN, vengo informato che moltissimi iscritti hanno chiesto un’indicazione di voto, che Armando Siri, sulla base dei suoi contatti, ha riscontrato che, tra le forze politiche esistenti, solo la Lega Nord corrisponde all’intento della uscita dall’euro (oltre ad essere anche interessata alla riforma fiscale del PIN). Viene anche ribadito, casomai (chissà…) ve ne fosse bisogno, che il PIN è e rimane una forza politica indipendente, che prosegue nel suo lavoro.
    Perfetto.
    Questa è politica applicata, non immaginata.
    Poi, ovviamente, ognuno è libero di fare le proprie scelte…

    • finalmente qualcuno che con pacatezza , razionalità e senso delle cose ha sintetizzato esattamente il pensiero sicuramente illuminato del Presidente Siri e scommetterei anche di quello di Brizzi

  18. Già avevo in mente di votare LEGA NORD – BASTA EURO e la indicazione del PIN è una ulteriore conferma.
    A chi parla di chiusura del cuore della lega,riferendosi probabilmente alla politica sulla immigrazione, vorrei dire che chi gestisce attualmente questo fenomeno lo fa forse con apertura del cuore?

  19. Era prevedibile che una scelta coraggiosa, ovvero fatta con il cuore, avrebbe scatenato delle polemiche.
    In primo luogo la scelta di cercare il dialogo su ciò che ci accomuna è stata condivisa preventivamente chiedendo il parere ai sostenitori del PIN che hanno acconsentito in maggioranza.
    In secondo luogo è nello spirito del PIN cercare di unire ciò che sembra inaccostabile. Ma per riuscire in questa impresa dobbiamo cambiare profondamente noi stessi, dobbiamo uscire dal giudizio e dal rancore! Dobbiamo concretamente dimostrarci che cambiando il nostro modo di essere cambia il mondo che ci circonda!
    Allora per riuscire dobbiamo evitare le preclusioni o le ritorsioni per comportamenti pregressi.
    Chi è senza peccato scagli la prima pietra…
    Apriamoci a chi ha dei punti in comune con il PIN senza guardargli nelle tasche e senza aprire le porte dei suoi armadi sapendo o sperando di trovare degli scheletri. Perdoniamo noi stessi di dubitare del prossimo e di condannarlo così come vorremmo fosse fatto per noi.
    Solo in questo modo potremmo sostenere a ragione che il Partito Italia Nuova esprime il cambiamento.
    Infine vorrei chiedere a chi in un modo e nell’altro si scaglia contro le scelte altrui, da qualunque parte siano: stai agendo con la mente o con il cuore?

  20. Condivido il pensiero di Simone. A mio avviso è impensabile preferire la Lega Nord, sebbene abbia qualche idea condivisibile, solo per il fatto che i suoi militanti utilizzino il motto “Roma ladrona”, quando alcuni di loro hanno rubato soldi pubblici e quindi anche ai loro stessi elettori. Inoltre, hanno idee di secessione, infangando così l’onore dei loro stessi avi, che sono morti per raggiungere la libertà, i diritti che hanno adesso e, soprattutto, l’unità d’Italia. Cmq in bocca al lupo per il tuo lavoro Armando!

    • buonanotte e sogni d’oro

  21. La priorità dell’Italia in questo momento è la ridiscussione dei trattati Europei e la riconquista della sovranità monetaria.Bisogna essere consapevoli che l’Europa così strutturata fa solo gli interessi di pochi speculatori e non dei cittadini sovrani.Non ultima è nota la strategia mediatica di far credere agli elettori che il Presidente della Commisione Europea sia nominato democraticamente!Mi sembra di poter constatare poi che il M5S abbia nel tempo rimescolato abilmente le carte sull’argomento Euro e diffonda poche idee, molto confuse o appositamente confuse, che generano ambiguità e disinformazione.Il Pin è un partito autonomo che ha una modalità di divulgazione politica, un atteggiamento e una capacità di porsi a confronto con l’altro che il M5S non ha.Quindi esistono delle differenze chiare nei modi e nei contenuti.Il Pin manifesta sul piano politico nazionale l’istanza di un NO serio e deciso all’Euro-zona che in questo momento solo la Lega Nord è in grado di rappresentare con altrettanta chiarezza e incisività a livello europeo.

    • agiiungerei che ispiratore e regista di Grillo c’è Casalegno che da ex dirigente/collaboratore? della multinazionale TELECOM e da frequentatore del gruppo Bildenberg non mi sembra abbia le credenziali giuste per risistemare la comunità dei popoli europei che deve rappresentare i semplici cittadini e non l’establichment

  22. Concordo! Voterò lega e Borghi. Grazie Armando

  23. Ciao Armando, anche io sono un sostenitore del Pin.Ritengo che la Lega Nord sia un partito vecchio e di nuovo, tranne il fatto di dire no all’Euro, abbia veramente poco. no all’Euro lo dicono anche altri partiti tra cui Fdi. A mio avviso penso che il M5S possa dare una scossa integrale a questo paese. e poi, conti alla mano, non penso la Lega sfori il tetto del 4%, dunque potrebbe essere un voto non rappresentativo al Parlamento Europeo.
    Quindi con dispiacere Armando non voterò certo la Lega.
    una buona giornata a tutti

  24. a mio parere sarebbe stato meglio astenerci dal dare indicazioni di voto per le europee. La lega nord a Strasburgo è stata rappresentata per 2 mandati dal monaechico Borghezio che tra l’altro voleva inviare la marina militare a cannoneggiare le barche degli immigrati. Non mi sembra un buon consiglio. ripensiamoci…. ciao a tutti

    • A esempio, l’affare expo chi sta coinvolgendo? Che differenze ci sono e ci sono state tra Lega, Maroni, F.Italia, PD, etc???
      I partiti in questione hanno dato prova di lealtà, onestà? Oppure il danaro ha ingolosito tutti?
      E ora solo perché Salvini fa proclami va creduto?
      Cosa ha fatto in questi anni ? Perché si sveglia ora? Caro Siri, dove riesci a trovare la forza di allearti con questi? Solo perché sparano a zero sull’euro? Parole al vento…Il Tuo allontanamento dal pensiero del MvM non ha senso, non lo trovo giustificabile, ma de gustibus…

  25. L’unico partito vivo, presente in parlamento con idee innovative e positive è il 5 stelle. Quando in passato sentivo parlare Bossi, mi sentivo a disagio,e mi domandavo come potessero persone adulte e ragionevoli, soltanto ascoltare le sue scempiaggini. Adesso la lega è un partito oramai omologato, poco significativo, certamente non in grado di dettare condizioni a chicchessia, figuriamoci ai potenti di Bruxelles. In futuro, in un clima di fratellanza e collaborazione, dovremo confrontarci con il 5 stelle, per studiare il modo migliore per governare questa nazione. I traditori dello stato, saranno confinati a vivere in appartamentini di proprità pubblica
    , nella periferia di qualche città e le loro pensioni da nababbi ridotte a pensioni minime di anzianità

  26. sono un simpatizzante PIN e candidato nel mio comune in una lista civica, tra le altre con forte sentore di vittoria. Ero anch’io fortemente in krisis fra M5S e LegaNord… ma vedendo come si muovono sulle amministrative e come in realtà il M5S sia formato prevalentemente da persone “della terra di mezzo” e dunque irragionevoli, quella che era una mia idea di voto verso di loro vacillava già moltissimo, mercé del loro stesso comportamento. Ora il consiglio di Siri ha dato la spallata definitiva… e sia… Per quanto riguarda il fatto dei 20anni di governo precedenti sono d’accordo…ma va anche riconosciuto che l’unico ministro italiano che mai sia andato a battere i pugni a bruxelles con forza e cuore è stato Zaia, ora governatore del Veneto. Speriamo che Lega Nord sappia sfornare altri combattenti di quella scuola da mandare al fronte.

  27. mi dispiace ma questa scelta non la condivido, abbiamo perso la memoria? la lega è stata al governo con berlusconi e company, ne anno combinate di tutti i colori,
    non mi sembrano tanto puliti, anzi stanno cercando di ripulirsi,e sperano che il popolo dimentica,meglio essere soli che inquinarsi con altri che anno solo qualche punto in comune! certe volte è meglio non prendere posizione .
    io vi seguo fin dall’inizio, mi piace il vostro programma è veramente rivoluzionario , ma certe volte è meglio essere da soli e fieri di essere pochi.vi abbraccio .

    • purtroppo è evidente da quello che dici che hai letto diligentemente i giornali e hai seguito le tv nonchè le chiacchere conseguenti senza accorgerti delle palesi e subliminali dosi di veleno che, ad arte, le oligarchie dominanti hanno sapientemente e con assoluta efficacia saputo avvelenare e assopire le menti delle persone (per lo più in buona fede)soprattutto quelle dei veri o presunti intellettuali

  28. Salve,
    sono un sostenitore del PIN, anche se sul punto “uscita dall’Eurzona” non sono convintissimo: quali sarebbero le conseguenze? come ci proteggeremmo dall’attacco di Germania e Francia (che, usciti dall’Eur, non avrebbero più la minima pietà a strangolarci)?
    Fermo restando questo, resto enormemente sorpreso dall’indicazione di voto. Non mi sembra che la Lega Nord sia un partito da Cuore aperto e a cui affidarsi. Da uomo del sud (che non difende a spada tratta il sud ma neanche vuole affossarlo) con che Cuore dovrei votare Matteo Salvini? Spero che nel futuro il PIN non appoggi più dei partiti del (de-)genere.
    Un abbraccio (con la delusione nel cuore)
    Jivan Manu

  29. Caro Armando condivido le tue indicazioni ma la lega al sud non c’è o sbaglio? Ad ascoli penso non ci sia….. Chi vota l’altra metà d’Italia Pin?

    • Carissima Giorgia, il simbolo della Lega Nord è presente in tutte 5 circoscrizioni per cui si potrà votare in tutta Italia. Un abbraccio!

  30. Una scelta ponderata e condivisibile. Sono daccordo! Inoltre vorrei segnalare che nella circoscrizione Nord Occidentale ed in quella Centrale è candidato come indipendente anche Claudio Borghi, autorevole economista, docente dell’Università Cattolica di Milano, giornalista e ex managing director di Deutsche Bank, che come in maniera chiara e precisa rappresenta la via per uscire dall’euro e riprendere la sovranità monetaria.
    Ecco di seguito un suo video.

  31. Mi spiace dichiararmi in disaccordo con la scelta della Lega Nord come alternativa al PIN per il voto alle Europee.
    Rimango sicuramente fedele alle idee del PIN ed un suo convinto sostenitore, ma non posso dimenticare il fatto, ormai assodato, che la Lega Nord negli ultimi 20 anni si è resa complice attiva e partecipe degli orrori politici, economici e sociali commessi dalla classe dirigente del nostro paese.
    Scelglierò quindi di votare il Movimento 5 Stelle, come voto politico alternativo al PIN.
    Mi sembra, nonostante tutto, che le lotte portate avanti dai 5Stelle siano vicine, con le dovute differenze, a quelle del PIN; sicuramente più vicine di quelle della Lega che ha sempre mostrato nelle parole e nei fatti una estrema chiusura di Cuore contraria, io credo, all’apertura promossa dalla filosofia del PIN.

    • Sono daccordo con Simone e mi rammarico per questa proposta da parte di un leader che non ha risentito il grande cambiamento che il movimento 5 stelle sta portando avanti con uomini e donne che si esprimono con Cuore !! Il movimento 5 stelle sta spianando la strada al Pin (sempre che rimanga quello che con Salvatore Brizzi scoprii 2 anni fà )!!

      • Anche io sono d’accordo con Simone e d’accordissimo con Luigi specie quando afferma “sempre che il PIN rimanga quello che con Salvatore Brizzi scoprii 2 anni fa”. Sto notando continue critiche al M5S da parte di Siri e trovo siano attacchi ingiusti e infondati. Il M5S non ha mai rinnegato la volontà di uscire dall’euro ma, rispettando la sua struttura democratica, intende prima consultare i cittadini. Trovo che in questo momento sia molto importante unirsi a chi fatti alla mano sta portando reali cambiamenti al nostro paese e non resuscitare fantasmi che hanno già avuto la loro opportunità fallendo e rubando.

  32. Buongiorno, demagogia a parte, qual’è la strategia per uscire dall’euro, nessun partito l’ha ancora chiarita bene….ovvero con quale moneta si ritorna indietro la lira??? il cambiamento in atto non prevede certo un ritorno al passato perchè non esiste più e saremmo degli illusi a crederlo; serve una banca nazionale sovrana, dei partner commerciali ed una politica nazionale credibile che sostenga l’economia e contenga l’inflazione. Occorre programmare per tempo una strategia del genere, dobbiamo essere realistici. Vi ringrazio per l’attenzione, vi seguo con interesse e vi auguro buon lavoro.
    Un abbraccio Nunzia

    • tecnicamente l’uscita dall’euro e l’inroduzione della nuova lira (comunque la si chiami) non è molto complessa. Si mantiene l’euro per un paio d’anni, o per quanto serve, per la regolamentazione delle partite internazionali e si introduce la nuova moneta per gli scambi interni; poichè la bilancia dei pagamenti è costantemente attiva per l’Italia non vi è pericolo di rimanere senza euro o dollari per pagare le importazioni di energia e di tutto quello che serve all’economia italiana. Se poi si aggiungono anche gli introiti in valuta estera (euro compreso)del turismo che propriamente esportazioni non sono (e il turismo dovrebbe diventare la 1^ industria per l’Italia)i margini di sicurezza si rafforzano. I vantaggi fin da subito saranno un incremento dei consumi interni agevolato e un vantaggio di competitività rispetto alle economie estere misurate da monete più forti (euro in testa) come la Germania che per vendere le sue BMV o ne abbasserà il prezzo per compensare lo svantaggio valutario o dovrà rassegnarsi a venderne molte meno e contemporaneamente assistere alla ripresa delle auto fabbricate in Italia e connessa ripresa dell’occupazione.
      L’allarmismo circa l’inasprimento e insostenibiltà dei debiti originati da mutui (immobiliari e non) è deliberatamente falso perchè la nuova lira, svalutata realisticamente non meno del 20% rispetto all’euro avvantaggerà tutti i debitori che di questi tempi in Italia sono la stragrande maggioranza . Per quanto poi riguarda il debito dello Stato, il recupero della sovranità monetaria determinerà il suo pagamento alla scadenza in lire svalutate e le nuove emissioni potranno essere inizialmente boicottate dai fondi esteri ma alla lunga il debito nazionale sarà azzerato per il venir meno del truffaldino diritto di signoraggio applicato dalle banche centrali private (BCE e Banca d’Italia).
      Spero, nonostante la stringata semplificazione, di essere stato abbastanza chiaro e invito gli interessati ad andarsi a vedere in rete le trasmissioni (la Gabbia) su LA 7 dove sia il prof. Borghi che il Dott. Paolo Bernard spiegano tecnicamente in modo molto appropriato (sono anch’io un ex tecnico della materia) la problematica che purtroppo condiziona pesantemente la nostra esistenza di uomini e cittadini.

  33. Ottimo!! Anch’io avevo già pensato di fare in questo modo.Grazie Armando per questa conferma.

  34. SÌ, Armando, anche se con dispiacere, voterò anch’io per la Lega Nord alle europee. La questione della sovranità popolare ha la precedenza su tutti gli altri discorsi e tutti gli altri impegni.

  35. Sono assolutamente d’accordo, ed è ciò che già pensavo di fare. Grazie Armando!